Scopri le principali differenze tra cheratosi attinica e cheratosi seborroica per proteggere la tua pelle e combattere queste patologie.

INDICE:

 


 

Il termine cheratosi, in dermatologia, indica un insieme di condizioni caratterizzate da un’eccessiva crescita dello strato corneo della pelle, cioè la parte più esterna dell’epidermide ricca di cheratina. Si tratta quindi di neoformazioni ipertrofiche ben visibili e palpabili. Due le più note forme di cheratosi: la cheratosi attinica e la cheratosi seborroica.

 

Le loro manifestazioni sulla pelle possono apparire simili in alcuni casi, ma presentano alcune differenze. La principale, e più importante, riguarda la loro potenziale pericolosità per la salute: soltanto la cheratosi attinica, infatti, può evolvere in senso maligno, dando luogo a un tumore della pelle. Va pertanto tenuta sotto controllo.

 

Come si presenta la cheratosi attinica

La cheratosi attinica è infatti una lesione della pelle conseguente a prolungate esposizioni solari nel corso degli anni. Questa patologia si manifesta sotto forma di macchie squamose e ruvide che colpiscono frequentemente il volto e la testa, ma anche braccia, mani e collo. In linea generale tendono a formarsi nelle parti del corpo che sono maggiormente esposte al sole. Si presentano indifferentemente negli uomini e nelle donne, ma più frequentemente dopo i quarant’anni.

 

Sorveglianza contro il carcinoma squamocellulare

La sorveglianza attiva delle cheratosi attiniche è importante anche se, va detto, solo una piccola parte di esse si trasforma in una formazione tumorale e nello specifico nel carcinoma squamocellulare, un cancro della pelle che nel 90 per cento dei casi nasce proprio da una cheratosi attinica.

 

Come si manifesta la cheratosi seborroica

Le cheratosi seborroiche si possono presentare su tutto il corpo, specie negli anziani, in modo particolare su tronco e tempie. La causa è sconosciuta, anche se è nota una certa familiarità e un’influenza ormonale: durante la menopausa, infatti, possono aumentare di numero e dimensione. Hanno l’aspetto di escrescenze scure, rotonde oppure ovali, di diversa dimensione.

 

In alcuni casi sono mobili e poco attaccate alla pelle: per questo non è raro che si stacchino e sanguinino di conseguenza a banali traumi. Vanno comunque esaminate attentamente perché, dato il loro aspetto, potrebbero assomigliare a nei atipici: un eventuale neo pericoloso o addirittura un melanoma potrebbero essere scambiati per una cheratosi seborroica specie in chi ne presenta molte.

 

Le cheratosi seborroiche vanno asportate?

Come detto le cheratosi seborroiche non degenerano mai in senso maligno: sono a tutti gli effetti tumori benigni che crescono lentamente e non richiedono necessariamente la rimozione. Vengono asportate in alcuni casi a solo scopo estetico, impiegando diverse tecniche quali la diatermocoagulazione, che fa uso di una corrente elettrica per tagliare e cicatrizzare il tessuto, la crioterapia, che invece impiega l’azoto liquido, ma anche il laser o metodiche chirurgiche tradizionali come il curettage.

Fonti:

  • Aaron DM, “Cheratosi seborroica”, Manuale Msd, https://www.msdmanuals.com/it-it/casa/patologie-della-cute/neoformazioni-cutanee-benigne/cheratosi-seborroica
  • Benedetti J, “Cheratosi attiniche”, Manuale Msd, https://www.msdmanuals.com/it-it/professionale/disturbi-dermatologici/reazioni-alla-luce-del-sole/cheratosi-attiniche
  • Cheratosi attinica, Humanitas Research Hospital, https://www.humanitas.it/malattie/cheratosi-attinica/
  • “Cheratosi attinica”, ISSalute, Istituto Superiore di Sanità, https://www.issalute.it/index.php/la-salute-dalla-a-alla-z-menu/c/cheratosi-attinica
  • Cheratosi attinica, Ospedale Niguarda, https://www.ospedaleniguarda.it/news/leggi/cheratosi-attinica
  • Come riconoscere la cheratosi attinica, Gruppo San Donato, https://www.grupposandonato.it/news/2022/gennaio/cheratosi-attinica-come-riconoscerla
  • Dianzani C et al, “Current therapies for actinic keratosis”. Int J Dermatol. 2020 Jun;59(6):677-684. doi: 10.1111/ijd.14767. Epub 2020 Feb 3. PMID: 32012240. https://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/ijd.14767
  • Hashim PW et al, “Actinic Keratosis: Current Therapies and Insights Into New Treatments”. J Drugs Dermatol. 2019 May 1;18(5):s161-166. PMID: 31141862. https://jddonline.com/articles/actinic-keratosis-current-therapies-and-insights-into-new-treatments-S1545961619S0161X/
  • Janowska A et al, “Seborrheic keratosis-like melanoma: a diagnostic challenge”. Melanoma Res. 2021 Oct 1;31(5):407-412. doi: 10.1097/CMR.0000000000000756. PMID: 34132226. https://journals.lww.com/melanomaresearch/Abstract/2021/10000/Seborrheic_keratosis_like_melanoma__a_diagnostic.1.aspx
  • Karadag AS, Parish LC, “The status of the seborrheic keratosis”. Clin Dermatol. 2018 Mar-Apr;36(2):275-277. doi: 10.1016/j.clindermatol.2017.09.011. Epub 2017 Sep 8. PMID: 29566932. https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0738081X17301694?via%3Dihub
  • “La cheratosi seborroica”, Santagostinopedia, Santagostino, https://www.santagostino.it/it/santagostinopedia/cheratosi-seborroica
  • Seborrheic Keratosis, Cleveland Clinic, https://my.clevelandclinic.org/health/diseases/21721-seborrheic-keratosis
  • Seborrheic keratosis, Mayo Clinic, https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/seborrheic-keratosis/symptoms-causes/syc-20353878
  • Wollina U, “Recent advances in managing and understanding seborrheic keratosis”. F1000Res. 2019 Aug 28;8:F1000 Faculty Rev-1520. doi: 10.12688/f1000research.18983.1. PMID: 31508199; PMCID: PMC6719672. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6719672/

ATTENZIONE: le informazioni e i consigli che ti proponiamo sono generali, e come tali vanno considerati, non possono essere utilizzati a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.