Durante l’estate la dermatite atopica peggiora? Scopri come reagisce la pelle in questa stagione e come convivere al meglio con la patologia. Leggi l’articolo per saperne di più.

INDICE:

 


 

Belle stagioni da incubo per chi ha la dermatite atopica? Dipende. Molti credono che l’estate sia caratterizzata sempre da un peggioramento dei sintomi di questa patologia cutanea, tuttavia occorre fare qualche distinzione. È certamente vero che i cambiamenti stagionali influenzano l’andamento delle patologie cutanee e della dermatite atopica in particolare: sono le oscillazioni delle temperature, il vento e le alterazioni di umidità ambientale a influire sulla secchezza cutanea e sui sintomi della dermatite atopica, prurito in primis.

 

Come reagisce la pelle atopica alle stagioni

È invece meno scontato che l’inverno sia assolutamente benefico e l’estate infausta: ad esempio vento e freddo invernali possono indebolire lo strato superficiale della pelle e la permanenza in locali chiusi e scarsamente umidi a causa del riscaldamento può dar luogo a secchezza cutanea: due motivi per cui molti pazienti con dermatite atopica d’inverno stanno peggio che d’estate.

 

D’altro canto esistono pazienti che, con la bella stagione, vedono la loro condizione dermatologica migliorare grazie alle temperature più calde e a una maggiore umidità. Non solo, per chi ama la vita da spiaggia l’esposizione all’acqua marina può avere su alcuni un effetto esfoliante consentendo una regressione delle lesioni.

 

Perché chi ha la dermatite atopica sta peggio d’estate?

Detto ciò, è innegabile che esistono molte ragioni per cui la dermatite atopica peggiora in estate. Eccone alcune.

  • Le temperature. Se il freddo estremo è dannoso mentre il tepore primaverile può essere rigenerante per la pelle, è anche vero che le temperature estreme delle estati più calde possono creare disturbi. Quando il termometro sale molto la pelle è a maggior rischio di irritazioni;
  • Le docce frequenti. D’estate ci si lava più spesso e ciò può causare maggiore stress per la pelle atopica, e creare secchezza e dunque prurito;
  • La spiaggia. Se come abbiamo visto l’acqua di mare può essere benefica, la permanenza del sale sulla cute può causare irritazione, secchezza e prurito. Inoltre la sabbia è essa stessa irritante;
  • L’aria condizionata. Tanto amata da alcuni e odiata dagli altri, può causare secchezza cutanea e indebolire la funzione di barriera propria della pelle;
  • Il sole. Per molte persone con patologie dermatologiche, tra cui la dermatite atopica, l’esposizione ai raggi ultravioletti ha un effetto antinfiammatorio. Ma non è sempre così: secondo alcuni studi esiste un 40% di soggetti affetti da questa condizione che non osserva un miglioramento in termini di riduzione delle lesioni e del prurito o addirittura che assiste a un loro peggioramento;
  • Il sudore. Il suo ristagno sulla pelle può causare qualche problema a chi è affetto da dermatite atopica: si parla infatti di dermatite atopica da sudore. La ragione sta nel fatto che causa una perdita di liquidi e quindi favorisce la secchezza e l’indebolimento della pelle. D’altro canto, evaporando il sudore lascia residui quali urea, lattato e minerali che hanno un’azione irritante incrementando il prurito. Non solo: secondo studi il sudore può addirittura scatenare lesioni cutanee in soggetti sani predisposti all’atopia.

 

I consigli per l’estate: come ridurre i fastidi cutanei

Come affrontare allora l’estate con la dermatite atopica per evitare che queste peggiori? Possiamo seguire alcuni consigli.

  • Abbigliamento. Indossiamo abiti traspiranti e leggeri, preferendo cotone e lino ai tessuti sintetici, come quelli tecnici per lo sport. Se andiamo al mare, evitiamo di tenere il costume bagnato addosso per troppo tempo in quanto potrebbe irritare: i tessuti con cui sono realizzati non sono traspiranti. Inoltre può contribuire e trattenere residui di sale o di sabbia a contatto con la pelle;
  • Attenzione al sole. Usiamo protezioni solari SPF50, applicate su tutto il corpo senza lasciare aree scoperte come accade talvolta nella parte superiore dei piedi o sul viso. In linea generale evitiamo di esporci nelle ore di maggiore irraggiamento preferendo invece i momenti più freschi della giornata. Ricordiamoci di applicare la protezione dopo i bagni;
  • Scegliamo ambienti ventilati. Quando non siamo in spiaggia a prendere il sole, preferiamo l’ombra e gli ambienti arieggiati evitando l’esposizione all’aria condizionata, che può seccare la pelle;
  • Igiene personale. Facciamo docce tiepide di breve durata con detergenti ipoallergenici, specie dopo il mare. Se non abbiamo modo di lavarci subito la spiaggia, almeno sciacquiamoci con acqua fresca per rimuovere sale e sabbia;
  • Creme emollienti. Dopo la doccia asciughiamoci bene e applichiamo pomate per mantenere idratata la pelle. Chiediamo consiglio al dermatologo su quale impiegare: in linea generale sono da evitare quelle untuose, ricche di profumi e altri additivi;
  • Beviamo molto. L’acqua è necessaria a reidratare il corpo e la pelle, specie dopo molte ore passate al sole;
  • Non interrompiamo la terapia. Anche se d’estate abbiamo altre priorità e siamo spesso fuori casa, ricordiamo di assumere i farmaci sistemici e di applicare le pomate prescritte dal medico.
Dermatite atopica: i bisogni dei pazienti

Fonti:

  • Eczema control over summer, Allergy & Anaphylaxis Australia, https://allergyfacts.org.au/news-alerts/allergy-matters-blog/eczema-control-over-summer
  • Freeborn J, “Eczema: Tips on how to manage atopic dermatitis in spring and summer”, MedicalNewsToday, https://www.medicalnewstoday.com/articles/tips-for-eczema-management-in-spring-and-summer#Common-eczema-symptoms
  • Hendricks AJ et al, “Sweat mechanisms and dysfunctions in atopic dermatitis”. J Dermatol Sci. 2018 Feb;89(2):105-111. doi: 10.1016/j.jdermsci.2017.11.005. Epub 2017 Nov 21. PMID: 29169766. https://www.jdsjournal.com/article/S0923-1811(17)30978-7/abstract
  • Il sole fa bene all’eczema atopico?, Pierre Fabre Eczema Foundation, https://www.pierrefabreeczemafoundation.org/it/informarsi/consigli-pratici/eczema-e-sole
  • “L’estate difficile delle persone alle prese con la dermatite”, Fondazione Veronesi Magazine, https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/pediatria/lestate-difficile-delle-persone-alle-prese-con-la-dermatite
  • Managing eczema in summertime, American Academy of Dermatology Association, https://www.aad.org/public/diseases/eczema/insider/eczema-summertime
  • Murota H et al, “Why does sweat lead to the development of itch in atopic dermatitis?” Exp Dermatol. 2019 Dec;28(12):1416-1421. doi: 10.1111/exd.13981. Epub 2019 Jul 3. PMID: 31152459. https://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/exd.13981
  • Napolitano M et al, “Impact of sun exposure on adult patients affected by atopic dermatitis”. Ital J Dermatol Venerol. 2021 Oct;156(5):558-561. doi: 10.23736/S2784-8671.20.06582-7. Epub 2020 Sep 17. PMID: 32938161. https://www.minervamedica.it/it/riviste/Ital-J-Dermatol-Venereol/articolo.php?cod=R23Y2021N05A0558
  • Patrizi A et al, “The effect of summer holidays and sun exposure on atopic dermatitis”. G Ital Dermatol Venereol. 2009 Aug;144(4):463-6. PMID: 19755951. https://www.minervamedica.it/it/riviste/Ital-J-Dermatol-Venereol/articolo.php?cod=R23Y2009N04A0463
  • Radusky R, “8 Ways to Avoid Eczema (Atopic Dermatitis) Flare-Ups in the Summer”, EverydayHealth, https://www.everydayhealth.com/eczema/strategies-avoiding-eczema-flare-ups-summer/
  • Rajesh G et al, “Summer-Associated Dermatitis: A Cross-Sectional Study of a Unique Eczematous Dermatosis in South India”. Indian J Dermatol. 2019 Mar-Apr;64(2):136-142. doi: 10.4103/ijd.IJD_668_16. PMID: 30983610; PMCID: PMC6440175. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6440175/
  • Silverberg JI et al, “Symptoms and diagnosis of anxiety and depression in atopic dermatitis in U.S. adults”. Br J Dermatol. 2019 Sep;181(3):554-565. doi: 10.1111/bjd.17683. Epub 2019 Mar 5. PMID: 30838645; PMCID: PMC6850653. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6850653/
  • Wightman C, “What’s the link between sweat and eczema?”, MedicalNewsToday, https://www.medicalnewstoday.com/articles/sweat-eczema

ATTENZIONE: le informazioni e i consigli che ti proponiamo sono generali, e come tali vanno considerati, non possono essere utilizzati a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.